SOCI UBI

Blog

Assemblea 2015

Cari Soci,

a nome dell’associazione “Soci UBI” dobbiamo prendere atto della riforma delle Popolari promossa dall’attuale Governo Renzi.
E’ dal 2003, dai tempi in cui avevamo costituito l’Associazione, che cerchiamo di sostenere una lista  veramente rappresentativa del territorio.
Inizialmente siamo stati gli unici a cercare di impedire la fusione tra la allora mitica Banca Popolare di Bergamo e Commercio & Industria.
Poi abbiamo assistito basiti alla creazione di una holding popolare quotata, di cui fatichiamo a trovare riscontro tra gli articoli del codice civile …
Ora, dopo 12 anni, la nostra associazione “Soci UBI” si offre come strumento utile a concretizzare la nuova riforma delle Popolari.
Dunque, chiunque desidererà partecipare alla formazione di una prossima lista del Consiglio di Sorveglianza potrà farlo semplicemente seguendo le indicazioni contenute nel nostro sito www.SociUBI.it: l’Associazione garantirà l’anonimato.

In base alle azioni possedute dai richiedenti si decideranno i nominativi dei consiglieri da indicare nella lista “Soci UBI”, che saranno così espressione dei principali azionisti dell’Istituto.
Quest’ultimi avranno tutto l’interesse a gestire UBI nel migliore dei modi.
La funzione dell’Associazione sarà semplicemente quella di impedire che si formino maggioranze precostituite che consentano a pochi di decidere in base ad accordi e/o patti di sindacato più o meno segreti, più o meno leciti e più o meno trasparenti.

Qualora la lista dovesse trovare il consenso dell’assemblea dei Soci, i Consiglieri così nominati, che dovrebbero avere come unico punto di incontro l’interesse a creare valore per tutti, nomineranno il miglior Consiglio d’Amministrazione possibile.
Avremo un Consiglio di Sorveglianza formato da imprenditori interessati al bene dell’Istituto e, quindi, motivati per effettuare una vera e propria vigilanza. Costoro nomineranno un Consiglio di Amministrazione di professionisti indipendenti e capaci così che la meritocrazia torni ad essere di casa.

In Italia l’85% del credito alle imprese è fornito dalle banche, negli USA il solo 30%.

E’ scontato che il processo di disintermediazione bancaria in Italia sarà profondo ed irreversibile: UBI è chiamata ad essere protagonista attiva di questo cambiamento creando valore per sé e, dunque, per i suoi azionisti e per tutti gli stakeholder.

Un cambiamento così radicale sarà possibile solo tagliando completamente con il passato.

——————–

Regole per la creazione della lista “Soci UBI”

1. chiunque possieda almeno 500.000 azioni (indicativamente lo 0,05% del capitale) potrà chiedere di partecipare alla lista inviando una e-mail precisando il nominativo, l’indirizzo, il telefono, l’indirizzo pec e le azioni possedute (sarà confermata la ricezione sempre tramite e-mail e chi non la dovesse ricevere entro 30 giorni è pregato di contattarci telefonicamente);

2.  i consiglieri saranno decisi dagli stessi azionisti in base ad un criterio matematico:

  • totale delle azioni possedute dagli aderenti (hp: 10% del capitale pari a circa 90 milioni di azioni) diviso per il n° di consiglieri da nominare (hp: 21-5=16) = 5,5 milioni di azioni;
  • i consiglieri (max 55 anni) verranno inseriti in lista in relazione alle azioni possedute dall’azionista che lo ha scelto;
  • il n° delle azioni necessario per la nomina di un consigliere si riduce del 30% (hp 3,8 miloni di azioni) qualora il candidato prescelto sia di sesso femminile o di età inferiore ai 35 anni.

——————–

Dear Shareholders,

On behalf of the “Soci UBI” Association, we have to take note of the reform of Popular Banks promoted by the Italian government.

Since the creation of the association in 2003, we are trying to support a list wit the goal to be truly representative of  the territory.

Initially, we have been the only ones trting to obstruct the merger between Banca Popolare di Bergamo and “Commercio & Industria”.

Then we witnessed the creation of a listed cooperative holding, a unique case that hardly fits the Civil Code.

Now, after 12 years, our Association “Soci UBI” offers herself as a useful tool to implement the steps imposed by the new reform of Popular banks.

So, anyone who desires to participate in the formation of a list for the election of the next Consiglio di Sorveglianza may do so by following the directions contained in our website (www.sociubi.it). Anonymity will be guaranteed to everyone.

Names of the members of the Consiglio di Sorveglianza to be included in the list will be determined in accordance to the shares held by each shareholder. Consequently, the list will be an expression of the major shareholders of the Bank.

Members of the Consiglio di Sorveglianza will have every incentive to manage UBI in the best way.

The simple function of the Association will be to prevent the formation of preconstituted majorities that allow few people to decide on the basis of known or secret agreements and/or voting trusts.

If the list had to gain the consensus from the shareholders’ meeting, members of the Consiglio di Sorveglianza, who should have as aim the creation of value for everyone, would appoint the best Board of Directors.

We want a Consiglio di Sorveglianza consisting of entrepreneurs looking for the best for the Bank and therefore motivated to carry out effective supervision activities. The consequent Board of Directors will be formed by independent and qualified professionals selected on the basis of their merits.

In Italy, 85% of corporate credit is provided by banks, in the US this share is only 30%. It is assumed that the process of banking disintermediation in Italy will be profound and irreversible: UBI is called to be an active part of this change by creating value for itself and for shareholders too.

This radical change will be possible only if we accept new approaches.

——————–

Rules for the creation of the “Soci UBI” list:

1) Anyone who owns at least 500,000 shares (approximately 0.05% of capital) can request to join the list by sending an e-mail listing name, address, telephone, certified e-mail (PEC) address and amount of shares held (the receipt of the e-mail will be confirmed by e-mail and anyone who does not receive it within 30 days is kindly asked to contact us by phone);

2) Members of the Consiglio di Sorveglianza will be appointed by shareholders on the basis of the following mathematical concept:

  • total shares held by the members (e.g., 10% of capital, or approximately 90 million shares) divided by the numbers of councilors to be appointed (e.g., 21-5=16) = 5.5 million shares;
  • members of the Consiglio di Sorveglianza will be included in the list in relation to shares held by the shareholders who chose him;
  • number of shares required for a woman or a person with less than 35 years to become a member of the Consiglio di Sorveglianza is reduced by 30% (e.g., 3.8 millions of shares).

New York    allevi.leaders@gmail.com   +1 (347) 836-0683

Posted in: news

Leave a Comment: (0) →